L’art. 16 comma 7 del Decreto Legge 29 novembre 2008 n. 185 convertito nella Legge 28 gennaio 2009 n. 2 (c.d. "Decreto Anticrisi") dispone che i professionisti iscritti in albi ed elenchi istituiti con legge dello Stato comunichino ai rispettivi ordini o collegi il proprio indirizzo di posta elettronica certificata (P.E.C.) entro un anno dalla data di entrata in vigore della legge stessa, quindi entro il 28 novembre 2009.


FAQ

1) Posso attivare più di una PEC?

SI. Occorre poi avere riguardo di consultarle tutte per non perdere eventuali notifiche che, si ricorda, hanno valore di raccomandata AR.

2) Posso attivare una PEC di studio?
Ogni iscritto deve necessariamente avere una PEC personale per adempiere l'obbligo di legge. Volendo, ovviamente, si possono attivare altre caselle P.E.C., ad esempio per lo studio, le sedi distaccate, i reparti, ecc.; resta comunque valido quanto detto al punto precedente.

3) Come posso verificare se ho ricevuto dei messaggi sulla PEC?
La casella di posta elettronica può essere impostata nel proprio programma di posta elettronica ed essere visualizzata come qualsiasi altro indirizzo di posta, seppure con particolari configurazioni fornite dal gestore.

4) Entro quale termine ho l’obbligo di attivare un indirizzo di PEC?
Entro il 28 novembre 2009. Secondo l’art. 16 comma 7 del D.L. 185/2008: "I professionisti iscritti in albi ed elenchi istituiti con legge dello Stato comunicano ai rispettivi ordini o collegi il proprio indirizzo di posta elettronica certificata entro un anno dalla data di entrata in vigore della presente legge".  Il D.L., pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 280 -SO 263- del 29 novembre 2008, è entrato in vigore lo stesso giorno della pubblicazione in G.U.

5) Sono iscritto all’Ordine ma non esercito la professione e non ho partita iva, devo attivare ugualmente un indirizzo PEC?
SI. Il D.L. 185/2008 ha reso obbligatorio l'uso della PEC per “I professionisti iscritti in albi ed elenchi istituiti con legge dello Stato”; quindi l'obbligo scatta anche per chi è iscritto nell'elenco speciale e non esercita la professione.

6) Sono iscritto all’Ordine come Praticante, devo attivare la PEC?
NO. Il Praticante non è iscritto all'Ordine, non essendo ancora di fatto abilitato all'esercizio della professione, bensì è iscritto nel Registro dei Tirocinanti. In quanto tale, il Praticante non è tenuto a rispettare l’obbligo previsto dalla legge. Come qualunque cittadino, può comunque dotarsi della PEC per sfruttarne la possibilità di scambiare comunicazioni in modo ufficiale con la Pubblica Amministrazione.

7) Due o più iscritti all’Albo possono attivare e quindi comunicare all’Ordine lo stesso indirizzo di posta certificata valido per entrambi?
NO. Il Decreto Legge cita: “il proprio indirizzo di posta elettronica” si tratta quindi di una casella specifica per ogni iscritto riconducibile in modo chiaro ad esso. Lo stesso dicasi per gli Studi Associati.

8) A livello di Categoria o di Ordine, esistono convenzioni e/o facilitazioni per acquisire un indirizzo di P.E.C.?
SI. Il Consiglio Nazionale ha attivato un'apposita convenzione accessibile all'indirizzo: http://www.commercialisti.it/Portal/PEC/PEC_ComeAttivare.aspx

9) Chi sono i fornitori che possono rilasciare la P.E.C.?
Solo i fornitori di P.E.C. debitamente autorizzati possono rilasciare i servizio certificato P.E.C. .
Per conoscere quali sono, consulta l'Elenco pubblico dei gestori abilitati dal CNIPA

10) Dove posso reperire maggiori informazioni sulla P.E.C.?
In data 22/12/2009 sul sito del Consiglio Nazionale è stata pubblicata la guida curata dalla commissione "Normativa ed adempimenti tecnologici studi professionali" contenente le indicazioni operative per l'adozione e l'utilizzo della P.E.C.: Guida
Tutti gli indirizzi di P.E.C. della Pubblica Amministrazione confluiranno nel motore di ricerca: IndicePA
Sul sito del CNIPA esiste una sezione con tutti i riferimenti utili: CNIPA PEC
Per ulteriori approfondimenti: Wikipedia PEC

    Sei qui: Home Utilità F.A.Q. Posta Elettronica Certificata FAQ Posta Elettronica Certificata